15/09/2014

Decreto SbloccaItalia: le modifiche al Testo unico dell’Edilizia e al Codice dei Contratti

Posted in news tagged , , , , a 19:33 di alegre68

Pubblicato in Gazzetta ufficiale del Decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133. 

Tanti i ritocchi al Testo Unico (DPR 380/2001) finalizzati alle semplificazioni in materia edilizia, e al Codice dei Contratti

di seguito i link ai testi coordinati:

DECRETO-LEGGE 12 settembre 2014, n. 133

D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380  – Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia

Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 – Codice dei Contratti

Buono studio!!!

Annunci

19/05/2010

Manutenzione straordinaria senza DIA: approvata la legge

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news tagged , , , , , , , , , , , , a 22:55 di alegre68

L’aula del Senato ha definitivamente convertito in legge il dl incentivi. L’Assemblea ha approvato – con 163 voti favorevoli e 134 contrari – il ddl 2165 di conversione del decreto legge sugli incentivi fiscali, per il quale il Governo aveva posto la questione di fiducia.

Il provvedimento  dopo la riscrittura dell’intero articolo 5 che modifica l’articolo 6 del Testo Unico dell’Edilizia (Dpr 380/2001) relativo alle attività di edilizia libera era  stato approvato in via definitiva dalla Camera il 6 maggio scorso.

Sparisce così la DIA per gli interventi di manutenzione straordinaria non riguardanti parti strutturali dell’edificio, che viene sostituita da una Comunicazione da inviare al Comune.

22/03/2010

Liberalizzate le manutenzioni straordinarie, ecco le ristrutturazioni senza DIA!

Posted in ambiente, architetti, news, urbanistica tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , a 12:05 di alegre68

Gli interventi di manutenzione straordinaria potranno essere effettuati senza la denuncia di inizio attività (dia).
La liberalizzazione della maggior parte dei lavori in casa è stata inserita nel decreto legge incentivi varato dal Consiglio dei ministri, la norma recupera una parte del disegno di legge Calderoli-Brunetta sulle semplificazioni contestato tenacemente dagli Architetti
Il decreto legge modifica l’articolo 6 del testo unico sull’edilizia varato con il Dpr 380/2001. ampliando le tipologie di intervento che non hanno bisogno di titoli autorizzatori per essere realizzati
Dura la posizione del Consiglio Nazionale Architetti
Le domande che ci poniamo ora come per il DDl Brunetta sono le stesse:
quale figura professionale controllerà la vivibilità degli spazi abitativi e verificherà l’incidenza dell’intervento su parti strutturali dell’edificio?
Può il committente stabilirlo da solo? con quali competenze?.
Chi verificherà e con quali mezzi le comunicazioni alle amministrazioni (se non integrate da disegni e relazioni)?
Infine:
…il disegno di legge sul condono edilizio, le recenti polemiche sulle competenze dei tecnici professionisti e il ddl Vicari, questo decreto… ma a qualcuno in questo Paese interessano qualità architettonica, vivibilità degli spazi, salvaguardia del patrimonio architettonico governo del territorio?

fonti:
Ordine degli Architetti di Roma