23/06/2014

Approvati dal Ministero Modelli unici per SCIA e Permesso di Costruire

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news tagged , , , , , a 10:33 di alegre68

Adottati, con l’accordo Italia Semplice siglato il 12 giugno 2014 tra Governo, Regioni ed Enti Locali, i moduli unificati  per la SCIA edilizia e il permesso di costruire.

Di seguito i link per scaricarli

SCIA – modulo unico (PDF)

PdC – modulo unico (PDF)

 

fonti:

Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione

professione architetto

11/06/2013

Interventi edilizi nel Comune di Roma – QUADRO RIEPILOGATIVO

Posted in news, roma tagged , , , , , , , , , , a 22:30 di alegre68

Il municipio VII (ex IX) ha pubblicato un interessantissimo quadro riepilogativo che, a seconda della tipologia di intervento che si intende effettuare, indica normativa di riferimento ed eventuali prescrizioni, procedure, diritti di istruttoria ed eventuali sanzioni. E’ un utile supporto per tutti i tecnici che devono quotidianamente districarsi in quella giungla di moduli e buracrazia che è diventata l’edilizia.

Schema riepilogativo interventi e procedure – Schema

09/03/2013

Architettura e Urbanistica a roma – rinnovare la normativa e le procedure

Posted in news, roma, urbanistica tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , a 22:11 di stefanomichelato

Nel Lazio servono una nuova legge urbanistica e una legge per l’architettura, per la qualità della progettazione e della gestione dei processi edilizi, per la difesa e lo sviluppo sostenibile dell’ambiente.

Una legge per l’architettura significa lo snellimento delle procedure a carico dei professionisti, uno sgravio dei costi per i cittadini, un accorciamento dei tempi per la realizzazione di processi edilizi ed urbanistici utili alla comunità e sopratutto una maggiore attenzione alla qualità del territorio e dell’ambiente in cui viviamo.

A Roma serve una nuova urbanistica e una nuova attenzione per l’architettura storica, moderna e contemporanea. Valorizzazione e sviluppo della città vanno di pari passo.

Noi crediamo nella necessità di affiancare al riordino della normativa regionale sull’urbanistica una legge che promuova la qualità architettonica degli edifici e degli interventi edilizi, in ambito urbano o meno. il tutto attraverso lo snellimento delle procedure per consentire il rilancio del ruolo dei Professionisti del comparto.

I professionisti del comparto come architetti, ingegneri, geometri, agronomi, urbanisti, restauratori, storici possono , anzi devono poter contribuire al rilancio di questa nostra città nell’ambito metropolitano e regionale.

Si devono raccogliere le idee e le proposte dal mondo delle professioni per lo studio di un articolato che possa rendere realtà le speranze di migliaia di professionisti incastrati in una recessione violenta, accompagnata da una burocrazia svilente e un quadro normativo punitivo.

13/06/2012

LA NUOVA FRONTIERA DEL PIANO CASA A ROMA

Posted in news tagged , , , , , , , , a 00:13 di stefanomichelato

Anche oggi abbiamo superato il limite dell’inverosimile a Roma, ridente cittadina della provincia italiota.

Qualche giorno fa è stato detto in pompa magna che le pratiche edilizie per i lavori che si intendono fare sugli immobili siti nel comune di roma utilizzando il “piano casa”, non erano più di competenza del dipartimento comunale, ma erano passate agli uffici municipali.

Siamo quindi andati a chiedere lumi al competente ufficio municipale per verificare la procedura da seguire e alcuni dettagli onde evitare di cadere in qualche errore (dovendo asseverare è sempre meglio essere sicuri di quello che si fa).

Sorpresa!!!!

gli uffici municipali si dicono non ancora competenti in quanto mancherebbe una delibera di giunta comunale che sancisca il passaggio delle competenze.

rispondo: bene, allora torno al dipartimento.

obiezione: no, il dipartimento non le accoglie più!

rinuncio a capire e anche a provare a districare la matassa.

BASTA!

al di là del giudizio di merito sulla validità del piano casa rispetto alle questioni politiche, culturali, disciplinari legate alle diverse sensibilità personali con le quali ognuno affronta i temi urbanistici ed architettonici dell’uso e del riuso del tessuto urbano, questa incapacità di gestire le proprie decisioni è scandalosa.

altro che semplificazione delle procedure, che certezza del diritto, eccetera eccetera

questo è solo casino!!!

miei cari associati ad oggi la risposta è: DOVETE ASPETTARE anzi lavorare a vuoto (girando per uffici inutilmente)

e magari nel frattempo prendervi gli insulti dei vostri clienti cui avevate risposto che le loro richieste erano esaudibili in un tempo ragionevole.

alla prossima puntata….

 

 

28/03/2012

gli interventi edilizi e i relativi titoli abilitativi: circolare esplicativa del comune di roma

Posted in news tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , a 16:39 di stefanomichelato

il Comune di Roma ha fatto una circolare esplicativa per spiegare quali titoli abilitativi sono necessari nei vari casi di interventi edilizi.
http://www.urbanistica.comune.roma.it/images/stories/uo_permessi/circolare-esplicativa09032012.pdf
assolutamente necessario per capire come orientarsi nel mondo delle CIA DIA SCIA ecc.ecc.

non mancano le sorprese!
buona lettura!!

14/07/2011

Il Decreto Sviluppo è legge

Posted in news tagged , , , , , , , , a 16:54 di alegre68

Pubblicata il 12 luglio in Gazzetta Ufficiale  la Legge n.106 di conversione del Dl Sviluppo.

Ecco il testo del DECRETO-LEGGE 13 maggio 2011, n. 70 coordinato con la legge di conversione 12 luglio 2011, n. 106 .

20/05/2011

Il Decreto Sviluppo ripropone il Piano Casa

Posted in news, urbanistica tagged , , , , , , , , , , , , , a 12:52 di alegre68

E’ stato pubblicato il 13 maggio 2011, nella Gazzetta Ufficiale n. 110 il Decreto legge n. 70 “Semestre Europeo – Prime disposizioni urgenti per l’economia.

Il provvedimento, al fine di  promuovere la riqualificazione delle aree degradate, prevede che le Regioni approvino entro sessanta giorni dall’entrata in vigore del decreto specifiche leggi che premino interventi di demolizione e ricostruzione  con esclusione degli interventi su edifici abusivi o siti nei centri storici o in aree ad inedificabilità assoluta, o per i quali sia stato rilasciato il titolo abilitativo edilizio in sanatoria) con:

“a) il riconoscimento di una volumetria aggiuntiva rispetto a quella preesistente come misura premiale;

b) la delocalizzazione delle relative volumetrie in area o aree diverse;

c) l’ammissibilità delle modifiche di destinazione d’uso, purché si tratti di destinazioni tra loro compatibili o complementari;

d) le modifiche della sagoma necessarie per l’armonizzazione architettonica con gli organismi edilizi esistenti.”..

Entro 120 giorni dall’entrata in vigore del Decreto, qualora le Regioni non abbiano approvato diverse e specifiche disposizioni. Il Decreto istituisce premi di cubatura per gli interventi di demolizione e ricostruzione distinti per destinazione d’uso e la possibilità di delocalizzare, modificare la destinazione d’uso, e le sagome.

Nel decreto sono inoltre contenute numerose modifiche al Codice dei Contratti tra cui:

  • l‘innalzamento della soglia al di sotto della quale è possibile ricorrere alla trattativa privata
  • requisiti tecnico-professionali ed economico-finanziari per la partecipazioni e a gare:, architetti ed ingegneri potranno riferirsi fino al 31 dicembre 2013 ai migliori 3 anni del quinquennio o 5 anni del decennio precedenti alla pubblicazione del bando
  • riscrittura delle condizioni di esclusione dalle gare
  • istituzione nelle Prefetture  di  un  elenco  di  fornitori  e prestatori di servizi non soggetti a rischio di inquinamento mafioso

Per quello che riguarda l’edilizia privata novità soprattutto per i titoli abilitativi:

  • introduzione del silenzio-assenso per il rilascio del PdC unica eccezione la presenza di vincolo ambientale, paesaggistico e culturale.
  • la SCIA si applica in campo edilizio in sostituzione della DIA, ma non può estendersi alla cosiddetta “Super DIA”, né può sostituirsi alle autorizzazioni e nulla osta da acquisire per edifici o aree sottoposte a vincolo.
  • tipizzazione della “cessione di cubatura” come  schema  contrattuale
  • per gli edifici adibiti  a civile abitazione l’“autocertificazione” asseverata da un tecnico abilitato sostituisce la cosiddetta relazione “acustica”;
  • obbligo per i Comuni di pubblicare sul proprio sito istituzionale gli allegati tecnici agli strumenti urbanistici;

09/02/2011

Piano Casa e SCIA

Posted in news tagged , , , , , , , , , , a 22:35 di stefanomichelato

il Governo ci riprova, o almeno dice!
pare, si dice…
che il Consiglio dei Ministri di oggi abbia valutato la ripresa dell’iter di provvedimenti per la modifica in senso più operativo del Piano Casa nazionale…
che lo stesso CdM abbia deciso di emanare qualcosa che possa chiarire in maniera definitiva, o quasi, come, dove e quando SCIAre!!
…fino alla prossima puntata!!!
pare, si dice!!!

e poi si ripartirà con il condono edilizio!
e poi riapriranno i termini per il condono fiscale!
e poi la semplificazione aggiungerà un nuovo atto semplificativo che superi tutte le burocrazie!
e poi…

bastaaaaaa!
voglio la Licenza di Costruzione, la Autorizzazione onerosa e quella gratuita!
voglio il Piano di Lottizzazione e il Piano di Zona!!!
voglio il Piano Gegolatore Generale…anzi il Piano di fabbricazione e (esagero) il PPA (ma ve lo ricordate?)
al limite… il Piano di Recupero (per L’Aquila)
MA POI BASTA!!!

retrogado? siiii
conservatore?siiiii

con quegli strumenti si è fatta l’Italia, magari male, magari bene…
è dipeso dagli uomini, dagli imprenditori, dai decisori, dagli urbanisti e dai progettisti.
strumenti vetusti? forse
ma non mi sembra che con quanto si vagheggia e furfanteggia oggi si ottengano grandi risultati.

21/10/2010

EDILIZIA LIBERA DIA SCIA PDC di tutto di più

Posted in news tagged , , , , , , , , , a 08:56 di stefanomichelato

ecco un articolo esaustivo ed eloquente del caos nel quale siamo finiti
tratto dal Sole24ore
ottimo per capire come muoversi…per poi andare negli uffici competenti per le verifiche del caso!
perchè, è bene ricordarlo, in questo bel paese ogni Amministrazione interpreta e dispone (magari a dispetto delle leggi).
sul sito dell’ordine degli architetti sono riportati, oltre questo articolo, anche altri articoli interessanti per cercare di capire come districarsi (leggi articolo).