20/03/2013

Comune di Roma,calcolo degli oneri concessori, Adeguamento delle tabelle

Posted in architetti, geometri, ingegneri, roma tagged , , , , , a 13:03 di alegre68

Pubblichiamo il link alla delibera comunale 31/2012 che ha aggiornato le tabelle da utilizzare per il calcolo degli oneri concessori, calcolo che per i professionisti romani, risulta essere spesso faticoso data soprattutto la mancanza di fogli di calcolo o schemi ufficiali di appoggio alla normativa che già vengono forniti da altri comuni.
Aggiornamento del contributo per il permesso di costruire, relativamente aglioneri di urbanizzazione di cui all’art. 16 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e della quota del corrispettivo di urbanizzazione dovuto per cessioni o concessioni di aree nel P.E.E.P. Adeguamento del contributo per il permesso di costruire, relativamente all’onere di urbanizzazione, con l’entrata in vigore del Nuovo Piano Regolatore Generale del Comune di Roma.

28/03/2012

gli interventi edilizi e i relativi titoli abilitativi: circolare esplicativa del comune di roma

Posted in news tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , a 16:39 di stefanomichelato

il Comune di Roma ha fatto una circolare esplicativa per spiegare quali titoli abilitativi sono necessari nei vari casi di interventi edilizi.
http://www.urbanistica.comune.roma.it/images/stories/uo_permessi/circolare-esplicativa09032012.pdf
assolutamente necessario per capire come orientarsi nel mondo delle CIA DIA SCIA ecc.ecc.

non mancano le sorprese!
buona lettura!!

20/05/2011

Il Decreto Sviluppo ripropone il Piano Casa

Posted in news, urbanistica tagged , , , , , , , , , , , , , a 12:52 di alegre68

E’ stato pubblicato il 13 maggio 2011, nella Gazzetta Ufficiale n. 110 il Decreto legge n. 70 “Semestre Europeo – Prime disposizioni urgenti per l’economia.

Il provvedimento, al fine di  promuovere la riqualificazione delle aree degradate, prevede che le Regioni approvino entro sessanta giorni dall’entrata in vigore del decreto specifiche leggi che premino interventi di demolizione e ricostruzione  con esclusione degli interventi su edifici abusivi o siti nei centri storici o in aree ad inedificabilità assoluta, o per i quali sia stato rilasciato il titolo abilitativo edilizio in sanatoria) con:

“a) il riconoscimento di una volumetria aggiuntiva rispetto a quella preesistente come misura premiale;

b) la delocalizzazione delle relative volumetrie in area o aree diverse;

c) l’ammissibilità delle modifiche di destinazione d’uso, purché si tratti di destinazioni tra loro compatibili o complementari;

d) le modifiche della sagoma necessarie per l’armonizzazione architettonica con gli organismi edilizi esistenti.”..

Entro 120 giorni dall’entrata in vigore del Decreto, qualora le Regioni non abbiano approvato diverse e specifiche disposizioni. Il Decreto istituisce premi di cubatura per gli interventi di demolizione e ricostruzione distinti per destinazione d’uso e la possibilità di delocalizzare, modificare la destinazione d’uso, e le sagome.

Nel decreto sono inoltre contenute numerose modifiche al Codice dei Contratti tra cui:

  • l‘innalzamento della soglia al di sotto della quale è possibile ricorrere alla trattativa privata
  • requisiti tecnico-professionali ed economico-finanziari per la partecipazioni e a gare:, architetti ed ingegneri potranno riferirsi fino al 31 dicembre 2013 ai migliori 3 anni del quinquennio o 5 anni del decennio precedenti alla pubblicazione del bando
  • riscrittura delle condizioni di esclusione dalle gare
  • istituzione nelle Prefetture  di  un  elenco  di  fornitori  e prestatori di servizi non soggetti a rischio di inquinamento mafioso

Per quello che riguarda l’edilizia privata novità soprattutto per i titoli abilitativi:

  • introduzione del silenzio-assenso per il rilascio del PdC unica eccezione la presenza di vincolo ambientale, paesaggistico e culturale.
  • la SCIA si applica in campo edilizio in sostituzione della DIA, ma non può estendersi alla cosiddetta “Super DIA”, né può sostituirsi alle autorizzazioni e nulla osta da acquisire per edifici o aree sottoposte a vincolo.
  • tipizzazione della “cessione di cubatura” come  schema  contrattuale
  • per gli edifici adibiti  a civile abitazione l’“autocertificazione” asseverata da un tecnico abilitato sostituisce la cosiddetta relazione “acustica”;
  • obbligo per i Comuni di pubblicare sul proprio sito istituzionale gli allegati tecnici agli strumenti urbanistici;

04/12/2009

Piano Casa Lazio: si parte

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news, roma tagged , , , , , , , , , , , , , , , a 22:01 di stefanomichelato

da domani, in teoria, si possono presentare le DIA o i PdC per usufruire della Legge regionale

si deve sempre verificare che il comune nel quale si trova l’immobile abbia recepito la legge senza modifiche.
in caso ci siano modifiche, più restrittive, si deve verificare con gli uffici la situazione specifica.