02/01/2013

Architetti: parcelle e contratti

Posted in architetti, news tagged , , , , , , , , , , a 14:29 di alegre68

L’Ufficio di Presidenza della Conferenza degli Ordini degli Architetti PPC e la Delegazione Consultiva a Base Regionale hanno elaborato, a scopo indicativo alcuni esempi di contratti professionali per servizi di architettura e di urbanistica per committenza privata.

Sul sito dell’ordine degli architetti di lecco trovate la circolare CNAPP

Gli esempi di contratto forniti  riguardano:

  • la progettazione architettonica per committenza privata;
  • un contratto “semplificato” per la progettazione architettonica integrata per committenza privata;
  • e la progettazione di piani urbanistici attuativi.

Altri esempi di contratto tipo si trovano anche sul sito dell’Ordine degli architetti di Firenze e di altri Ordini provinciali.

Il Decreto del Ministero della Giustizia n. 140 del 20 luglio 2012 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 195 del 22 agosto 2012 prevede nuove modalità per la liquidazione dei compensi professionali che sostituiscono le vecchie tariffe professionali.

Per le professioni dell’area tecnica il compenso, ottenuto dalla formula CP=V×G×Q×P, è determinato in base a più parametri (costo economico dell’opera (V), complessità delle prestazioni (G),  loro specificità (Q) e parametro (P) dipendente dal costo economico delle singole categorie in cui è possibile scomporre la prestazione).

Il nuovo metodo di calcolo stabilisce un valore indicativo dell’onorario di poco diverso dal sistema delle vecchie tariffe.

Da notare che il Consiglio Nazionale forense, nella riunione del 5 settembre 2012, ha deciso di impugnare il regolamento. Successivamente, nell’incontro del 20 novembre 2012 tra Ministero e OUA, è stata valutata un’ipotesi di revisione.

 

27/01/2012

PIANO CASA LAZIO: pubblicata la CIRCOLARE ESPLICATIVA

Posted in news tagged , , , , , , , , , , , , , , , , a 22:54 di stefanomichelato

finalmente è stata pubblicata la circolare esplicativa della regione lazio sul piano casa!!
da leggere e commentare!!
ecco il link:PIANO CASA DELLA REGIONE LAZIO. PRIMI INDIRIZZI E DIRETTIVE PER LA PIENA ED UNIFORME
APPLICAZIONE DEGLI ARTICOLI 2, 3 E 6 DELLA L.R. LAZIO N. 21/2009, COME MODIFICATE,
INTEGRATE E SOSTITUITE DALLA L.R. LAZIO N. 10/2011.

ATEPRO ORGANIZZERA’ NEI PROSSIMI GIORNI UN INCONTRO PER LA “RILETTURA” DELLA LEGGE ALLA LUCE DI QUESTI INDIRIZZI.
sarà anche una prima occasione per rinnovare la tessera o iscriversi ad atepro!

29/09/2011

PIANO CASA LAZIO: le indicazioni della Regione

Posted in news, urbanistica tagged , , , , , , , , , , , a 13:28 di alegre68

La Regione Lazio ha pubblicato on line una presentazione del piano casa 2011 che spiega come applicare la legge con l’aiuto di schemi e disegni.

Brochure esplicativa

FAQ – Domande frequenti sul Nuovo Piano Casa

Si trovano anche i testi coordinati delle leggi modificate dalla L.R. 10/2011:

  • 16 aprile 2009, n. 13 (Disposizioni per il recupero a fini abitativi dei sottotetti esistenti)
  • 11 agosto 2008, n.15 (Vigilanza sull’attività urbanistica-edilizia)
  • 27 maggio 2008, n 6 (Disposizioni regionali in materia di architettura sostenibile e di bioedilizia)
  • 2 luglio 1987, n. 36 (Norma in materia di attività urbanistico-edilizia e snellimento delle procedure)
  • 26 giugno 1997, n. 22 (Norme in materia di programmi di intervento per la riqualificazione urbanistica, edilizia ed ambientale del territorio della regione)
  • 6 ottobre 1997, n. 29 (Norme in materia di aree naturali protette regionali)
  • 8 novembre 2004, n. 12 (Disposizioni in materia di definizioni di illeciti edilizi) – è stata inserita in quanto la l.r. 10/2011 rilascia una specifica interpretazione
  • 6 luglio 1998, n. 24 (Pianificazione paesistica e tutela dei beni e delle aree sottoposti a vincolo paesaggistico)
  • 22 dicembre 1999, n. 38 (Norme sul governo del territorio)

Leggi modificate dalla L. R. n.10/2011: testi coordinati

Interessante l’interpretazione che da la Regione della Unità immobiliare dotata di specifica autonomia funzionale all’interno delle abitazioni plurifamiliari distinguendo all’interno del condominio le unità dotate di specifica autonomia funzonale ed individuando le stesse attraverso gli schemi con le unità a piano terra con giardino (e accesso autonomo?)

“…..Per gli edifici costituiti da più unità immobiliari, le percentuali di ampliamento sono applicabili proporzionalmente alle singole unità e devono essere realizzati sulla base di un progetto unitario riguardante l’intero edificio, fatte salve le unità immobiliari dell’edificio dotate di specifica autonomia funzionale.”

Legge Regionale 11 agosto 2009, n.21
Misure straordinarie per il settore edilizio ed interventi per l’edilizia residenziale sociale

28/09/2011

PIANO CASA LAZIO – LINEE GUIDA

Posted in news tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , a 00:15 di stefanomichelato

A questo punto appare chiaro a tutti!
SERVONO DELLE LINEE GUIDA che chiariscano tutti i punti oscuri di questa legge.
Noi riteniamo che queste linee guida che, si dice, siano in preparazione alla Regione, non siano sufficienti.
Nella legge ci sono ambiguità ed errori che solo una nuova norma con valore di legge può chiarire e dare certezza agli operatori e ai cittadini.
sarebbe utile cominciare a collezionare le interpretazioni dei vari uffici comunali.
alla faccia della semplificazione !!!
…e della certezza del diritto su cui basare tutte le ASSEVERAZIONI e CERTIFICAZIONI che i professionisti sono obbligati a produrre !!!
Speriamo che anche gli ordini professionali si attivino, a tutela della professione, dei professionisti e dei cittadini.

quanto alla reale applicabilità della norma…pare ormai difficile non notare quanto possa essere farraginoso, impervio e costoso applicare la legge.

una ultima postilla: si dice che il modo più semplice per applicare la legge sia quello che prevede un condono di fatto delle verande…
dimenticando che questo può avvenire solo con la complicità di “professionisti” che non si accorgano del reale stato di fatto dell’immobile su cui si opera!!

forse non è questa la norma che serve al Lazio e ai professionisti della nostra regione.

28/01/2011

Geologi pubblicato il documento” Relazione geologica – Linee guida e metodologie di lavoro”

Posted in ambiente, news tagged , , , , , , , a 20:09 di alegre68

Il Consiglio Nazionale dei Geologi ha approvato con deliberazione n° 209/2010 il documento ” RELAZIONE GEOLOGICA – LINEE GUIDA E METODOLOGIE DI LAVORO”.

Il documento scaricabile dal sito del Consiglio è suddiviso in due parti, la seconda è redatta per schede, quindi può essere ampliata e migliorata  con l’inserimento di nuove schede.

27/10/2010

Il C.S.L.P. approva le modifiche alle “Linee Guida per la riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale”

Posted in beni culturali, news tagged , , , , a 11:22 di alegre68

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha approvato le modifiche alle linee guida per la riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale.

L’Assemblea generale Con il Parere 92/2010 del 23 luglio scorso  si è espressa  favorevolmente con osservazioni, prescrizioni e raccomandazioni sullo schema di “Direttiva per  l’allineamento delle linee guida per la valutazione e la riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale alle nuove Norme tecniche sulle costruzioni e alla Circolare n. 617/09”. La Direttiva, dà indicazioni metodologiche ed operative, per la valutazione del rischio sismico del patrimonio culturale tutelato in muratura portante e per la scelta delle più opportune azioni per la riduzione di questo stesso rischio.

Fonti: Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

“BibLus-net by ACCA – www.acca.it/biblus-net“.

04/08/2010

Pubblicate le Linee guida per l’affidamento dei servizi attinenti all’architettura ed all’ingegneria

Posted in architetti, ingegneri, news tagged , , , , , , , , a 16:16 di alegre68

L’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture ha pubblicato le linee guida per l’affidamento dei servizi di architettura e di ingegneria. Nel documento vengono analizzate le modalità di affidamento, la determinazione dell’importo a base di gara, l’individuazione dei requisiti di partecipazione e dei criteri di aggiudicazione dell’offerta.

LINEE GUIDA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL’ARCHITETTURA ED ALL’INGEGNERIA