23/10/2014

APE – SOSPESO L’INVIO TELEMATICO

Posted in ambiente, architetti, geometri, ingegneri, news, roma a 16:26 di Paolo Saccò

Sul sito della Regione Lazio è comparso un avviso di sospensione temporaneo del servizio di trasmissione degli APE tramite l’invio telematico tramite PEC.
La sospensione, peraltro non concordata con gli Ordini e Collegi professionali, si è resa necessaria a seguito della revisione delle norme UNI-TS 11300 parte 1 e 2 avvenuta il 02/10/2014 da parte del CTI.
Si auspica che la Regione Lazio riattivi tempestivamente l’inoltro telematico ampiamente atteso da tutti i Soggetti Certificatori.

Di seguito si riporta il link Regione Lazio

http://www.regione.lazio.it/rl_casa/?vw=newsdettaglio&id=256

23/06/2014

Approvati dal Ministero Modelli unici per SCIA e Permesso di Costruire

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news tagged , , , , , a 10:33 di alegre68

Adottati, con l’accordo Italia Semplice siglato il 12 giugno 2014 tra Governo, Regioni ed Enti Locali, i moduli unificati  per la SCIA edilizia e il permesso di costruire.

Di seguito i link per scaricarli

SCIA – modulo unico (PDF)

PdC – modulo unico (PDF)

 

fonti:

Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione

professione architetto

01/04/2014

Piano casa e NTC, considerazioni

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news a 09:38 di fabiomaizza

Vi propongo di seguito alcuni ragionamenti sulla comparazione del piano casa con le Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni (2008).
Il piano casa della regione Lazio, all’art. 3, permette l’aumento di cubatura di un edificio esistente, mediante realizzazione di volumi in aderenza o adiacenza all’edificio esistente. Quindi, la misura, dal punto di vista urbanistico, sembra attuabile mediante una grande pluralità di interventi.
A limitare il campo di applicabilità di questo strumento interviene la Normativa Tecnica per le Costruzione, la quale, al punto 8.4.1, per interventi di sopraelevazione o ampliamento con opere “strutturalmente connesse alla costruzione” obbliga all’adeguamento delle strutture esistenti.
La valutazione della sicurezza, nel caso di intervento di adeguamento, è finalizzata a stabilire se la struttura, a seguito dell’intervento, sia in grado di resistere alle combinazioni delle azioni di progetto contenute nel D.M. Infrastrutture 14 gennaio 2008, con il grado di sicurezza richiesto dalle stesse norme.
Il progetto di ampliamento/sopraelevazione con strutture connesse a quelle esistenti, dovrà pertanto prevedere l’adeguamento dell’intera costruzione e dovrà riportare le verifiche dell’intera struttura post-intervento. In poche parole, la struttura esistente dell’edificio oggetto dell’intervento dovrà risultare verificata con le normative oggi vigenti.
Le varie stesure delle NTC, che si sono susseguite negli anni, sono risultate sempre più severe nella definizione delle sollecitazione da applicare alle strutture, soprattutto per quanto riguarda l’azione sismica, e, quindi, sembra impensabile o, quanto meno, antieconomico prevedere un intervento su un edificio realizzato ad esempio negli anni ’70.
Pur condividendo l’obiettivo di rendere più sicure le costruzioni esistenti e non sovraccaricarle con nuovi ampliamenti, l’adeguamento sismico di un intero edifico risulta, comunque, un obiettivo economicamente irraggiungibile, vanificando l’obiettivo del piano casa di incentivare gli interventi edilizi su ampia scala. A poco servirebbe l’incentivo di ampliamento concesso all’art. 3bis del piano previsto per gli adeguamenti
Adeguare un edifico alla normativa vigente, significa verificare tutti gli elementi strutturali alle nuove azioni di progetto, presupponendone la conoscenza completa del progetto strutturale dell’edificio.
Un prima difficoltà, addirittura, potrebbe essere rappresentata dalla mancanza del progetto strutturale (nel senso di non riuscire a reperirlo).
Supponiamo anche il caso fortunato di aver reperito tutte le informazioni necessarie, molto probabilmente dall’analisi potrebbe risultare necessario un intervento di rinforzo sui pilastri (elementi che maggiormente risentono dell’azione sismica). Un intervento del genere, oltre al costo per il consolidamento comporta anche tutti i costi per il ripristino delle finiture.
In conclusione, un intervento di adeguamento di un edificio esistente, di almeno vent’anni, alla normativa vigente è un operazione che può risultare molto onerosa in termini economici e di tempo.
Sarebbe, quindi, necessario aumentare maggiormente gli incentivi per l’adeguamento sismico, non solo con aumenti di cubatura, ma con incentivi economici, ad esempio si potrebbe prevedere l’esclusione degli oneri concessori per interventi di adeguamento sismico, ottenendo comunque il vantaggio per la comunità di avere edifici più sicuri.
Allo stato attuale della legge, un’eventuale nuova cubatura potrebbe essere realizzata in adiacenza all’edificio esistente, con strutture indipendenti, poggianti direttamente sul terreno di fondazione, e adeguatamente distanziate mediante un giunto calcolato sismicamente. La fattibilità di una soluzione simile andrebbe, ovviamente, verificata di volta in volta dal punto di vista urbanistico.
Un’altra opportunità per “recuperare” cubatura senza passare per un adeguamento strutturale dell’edificio, la possiamo trovare nel Regolamento regionale concernete :”Snellimento delle procedure per l’esercizio delle funzioni regionali in materia di prevenzione del rischio sismico. All’art.6 è chiaramente indicato che non sono soggette all’autorizzazione sismica gli interventi di chiusura con infissi di porticati e logge.

11/10/2013

APE – nuove modalità di deposito

Posted in ambiente, architetti, geometri, ingegneri, news, roma a 16:09 di Paolo Saccò

Sul sito della Regione Lazio sono pubblicate le nuove modalità di presentazione/deposito degli APE in vigore dal 17 ottobre p.v. Se da un lato sono ampliati gli sportelli abilitati al deposito, interessando anche le altre Province della Regione, venendo incontro anche ai Certificatori con sede Fuori Roma e Provincia dall’altro si è ridotto notevolmente l’orario di apertura dell’originario e unico (almeno sino ad oggi) sportello di Roma.
Si auspica che le singole categorie professionali si attivino sinergicamente per migliorare il servizio di deposito a tutto vantaggio dell’utente finale.

http://www.regione.lazio.it/rl_casa/?vw=contenutiDettaglio&id=51

07/06/2013

ACE, AQE o APE ? a Voi la scelta

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news a 16:44 di Paolo Saccò

“L’attestato di certificazione energetica degli
edifici e’ denominato: “attestato di prestazione energetica”

Così recita l’art. 6, comma 1 del Decreto Legge 4 giugno 2013, n. 63 recante “Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE …” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 130 del 5 giugno 2013

E fin qui nulla di particolare se si lasciano tutti gli aspetti applicativi proiettati in un imminente rogito notarile. La ciliegina arriva quando l’art.12 comma 1, recita: L’attestato di prestazione energetica di cui all’articolo 6 […], sono resi in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’articolo 47, del testo unico delle disposizioni
legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28
dicembre 2000, n. 445″

Per quanto riguarda le sanzioni derivanti lascio al lettore ogni commento

26/04/2013

Pubblicati online atti e delibere del Comune di Roma in materia di Urbanistica ed Edilizia

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news, roma, urbanistica tagged , , , , , , , a 18:04 di alegre68

Sul sito del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica sono state pubblicate tutte le delibere, gli Ordini di Servizio e le Circolari in materia di Urbanistica ed Edilizia del Comune di Roma.

Gli atti sono ordinati per argomento e sottocapitoli:

Atti amministrativi in materia urbanistica e edilizia
01. Contributo di costruzione
02. Monetizzazione degli standard urbanistici e dei parcheggi privati
03. Procedure edilizie
04. Cambi di destinazione d’uso
05. Piano Casa

Condono Edilizio – Atti amministrativi
01. Chiarimenti
02. Oneri
03. Procedure interne
04. Vincoli
05. Agibilità
 Deliberazioni di Assemblea Capitolina (dal 23 settembre 2010 ad oggi)
Deliberazioni di Giunta Capitolina (dal 29 settembre 2010 ad oggi)

 

.

08/04/2013

Società tra professionisti: pubblicato il Regolamento

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news, ordine tagged , , , , , , , , a 10:39 di alegre68

Sulla Gazzetta ufficiale n. 81 del 6 aprile scorso è stato pubblicato il decreto del Ministero della Giustizia 8 febbraio 2013, n. 34 (“Regolamento in materia di società per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico, ai sensi dell’articolo 10, comma 10, della legge 12 novembre 2011, n. 183”) che regola il funzionamento delle Società tra professionisti.

Con il nuovo regolamento i professionisti potranno aggregarsi in enti riconosciuti legalmente

Il Regolamento individua due tipologie societarie:

  • le “società tra professionisti”  che esercitano una o più attività professionali  per le quali sia prevista l’iscrizione in  albi o elenchi regolamentati nel sistema ordinistico;
  • le “società multidisciplinarisocietà tra professionisti che esercitino più attività professionali.

tra i punti toccati dal testo

  • requisiti che devono possedere i soci
  • obblighi verso il cliente
  • divieto di partecipazione a più società tra professionisti
  • modalità di iscrizione all’Albo professionale
  • responsabilità disciplinari della società

Entrata in vigore del provvedimento: 21/04/2013

per approfondimenti:

http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2013-04-08/zone-ombra-studi-societa-063928.shtml?uuid=Ab3Wa8kH&fromSearch

http://www.diritto24.ilsole24ore.com/guidaAlDiritto/civile/civile/primiPiani/2013/04/societa-tra-professionisti-al-debutto-ma-la-prestazione-resta-personale.html

 

20/03/2013

Comune di Roma,calcolo degli oneri concessori, Adeguamento delle tabelle

Posted in architetti, geometri, ingegneri, roma tagged , , , , , a 13:03 di alegre68

Pubblichiamo il link alla delibera comunale 31/2012 che ha aggiornato le tabelle da utilizzare per il calcolo degli oneri concessori, calcolo che per i professionisti romani, risulta essere spesso faticoso data soprattutto la mancanza di fogli di calcolo o schemi ufficiali di appoggio alla normativa che già vengono forniti da altri comuni.
Aggiornamento del contributo per il permesso di costruire, relativamente aglioneri di urbanizzazione di cui all’art. 16 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e della quota del corrispettivo di urbanizzazione dovuto per cessioni o concessioni di aree nel P.E.E.P. Adeguamento del contributo per il permesso di costruire, relativamente all’onere di urbanizzazione, con l’entrata in vigore del Nuovo Piano Regolatore Generale del Comune di Roma.

23/10/2012

Nuovo prezziario lavori edili Regione Lazio

Posted in architetti, geometri, ingegneri, news tagged , , , , a 11:06 di alegre68

La Giunta Regionale con Deliberazione del 6 agosto 2012, n. 412, ha approvato la “Tariffa dei prezzi 2012 Regione Lazio”.
La nuova Tariffa dei prezzi sostituisce la “Tariffa dei prezzi 2010 Regione Lazio”  deve quindi essere utilizzata in tutti i casi in cui l’approvazione del il progetto definitivo è successiva al 12 settembre 2012.

E’ stato inserito un nuovo capitolo “Costi della sicurezza”

link al prezziario:   Tariffe e prezzi 2012

27/09/2012

Architettura e Urbanistica della recessione. Idee per il futuro delle Città

Posted in architetti, architettura e urbanistica della recessione, associazione, geometri, ingegneri, urbanistica tagged a 12:54 di martina greco

Ricordiamo a tutti i soci che saranno disponibili gli atti del convegno in e-book, sul sito atepro.wordpress.com, e sulla pagina facebook di Atepro https://www.facebook.com/associazioneatepro?ref=ts

Per scaricare l’e-book, sarà necessario richiederlo via mail, all’indirizzo info.atepro@gmail.com

Pagina successiva